I repellenti e veleni per topi e ratti vanno usati con cautela e solo se si è certi di cosa si fa

Il metodo più sicuro per scacciare i topi è la pulizia. Essi infatti sono saprofaghi e si nutrono di qualsiasi cosa abbiano a disposizione. Dopo aver individuato una fonte sicura di cibo, i roditori costruiscono la loro tana in prossimità, dando vita ad una colonia che cresce rapidamente. È importante riporre l’immondizia in contenitori ben chiusi e disfarsene regolarmente. Portare avanti queste iniziative con il vicinato, aiuterà a prevenire un’infestazione.

 

A cosa servono i repellenti per roditori?
repellente per topi e rattiI repellenti vengono utilizzati per scoraggiare la colonia dall’avvicinarsi. Sono disponibili in commercio deterrenti a base sia chimica che naturale, i quali variano per efficacia. L’odore di alcune piante, come l’eucalipto, l’assenzio e la menta, sono sgradevoli per i roditori, ma non hanno una grande efficacia nello scacciarli.

Esistono anche dei repellenti sonori, capaci di emettere suoni a frequenze troppo alte per poter essere percepite dall’orecchio umano. Questi suoni dovrebbero frastornarli, impedendogli di infestare le zone protette da tali repellenti, ma anch’essi hanno dimostrato un’efficacia limitata.

 

Cosa fare se i repellenti si dimostrano inefficaci?
In caso di infestazione, la cosa migliore da fare è rivolgersi a dei professionisti. I repellenti, oltre a non essere dei metodi efficaci per allontanare i topi, non sono dei sistemi utili a respingere un’intera colonia. Insieme all’utilizzo di repellenti, è sempre meglio chiedere l’aiuto di un servizio di disinfestazione.

Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 0698381016
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 0698381016