Punture di Scorpioni

Tutti gli scorpioni utilizzano le punture come meccanismo di difesa o come arma per interdire la preda, ma la sua efficacia sugli esseri umani varia a seconda della specie.
Alcune punture sono tenui, come quelle di un’ape: hanno come conseguenza dolore e un piccolo rigonfiamento, morbido al tatto. Tuttavia esistono anche degli scorpioni capaci di causare sintomi ben più gravi, che possono condurre alla morte i soggetti più sensibili, come bambini e anziani.

Una caratteristica che accomuna tutti gli scorpioni è la presenza di veleno nel pungiglione, generalmente di natura neurotossica. Una delle specie più mortali viene chiamata “scorpione dalla coda robusta” (Androctonus australis). Lo troviamo in Nord Africa e in Medio Oriente.
Un altro esemplare dotato di veleno mortale è lo scorpione del deserto, conosciuto anche come “scorpione giallo” per via del suo aspetto.

punture di scorpioni

Questa specie produce uno dei più pericolosi veleni e uccide le sue prede con grande facilità.

Una volta punti, i sintomi includono febbre, coma, convulsioni, battiti cardiaci accelerati, pressione sanguigna e aumento della secrezione di liquidi nei polmoni. Come lo Androctonus australis, lo scorpione giallo si trova principalmente in Nord Africa e in Medio Oriente.

La maggior parte degli scorpioni non hanno un veleno tale da risultare letale per l’essere umano. Un esempio è lo scorpione imperatore, la cui puntura somiglia a quella di un’ape.

Questo scorpione non è aggressivo e colpisce solo se provocato. Le specie di colore nero corvino vengono spesso allevate come animali domestici.

Se venite punti da uno scorpione, contattate un medico!

Chiudi il menu