Ogni anno, non appena il bel tempo ritorna, vespe e calabroni riappaiono con risultati a volte fatali a minacciare la nostra tranquillità domestica. Il trattamento e la distruzione dei nidi dei vespidi sono affidati con successo a professionisti della disinfestazione di vespe e calabroni.

Presenti in ogni possibile recesso nascosto in casa o in giardino, in cortile o in terrazza, i nidi di vespe e calabroni rappresentano una potenziale minaccia a causa del numero di punture che possono cagionare e della sensibilità dell’ individuo a una reazione allergica acuta.

La popolazione di ogni nido cresce molto rapidamente, quindi è della massima importanza distruggere senza indugio queste colonie in grado di rifornire in breve tempo l’area infestata di nuovi individui.

Disinfestazioni Vespe Roma

La nostra impresa di disinfestazione, attiva su tutto il territorio di Roma e provincia, offre servizi di rimozione dei nidi e trattamenti di disinfestazione mirati contro vespe e calabroni.

Differenza Api e Vespe

È essenziale, però, innanzi tutto distinguere tra vespe e api. Benché ambedue questi insetti abbiano il pungiglione e parecchie somiglianze, appartengono a due famiglie diverse ed hanno abitudini e comportamenti differenti.

 

Sono entrambi insetti sociali, anche se ai vespidi appartengono pure specie solitarie, ma, sostanzialmente, l’ape è responsabile dell’impollinazione dei fiori.
Si nutre di nettare e costruisce le celle del suo alveare con una sostanza che produce lei stessa, la cera.

esemplare ape

Vespe e calabroni invece sono insetti carnivori, si nutrono di larve ed altri insetti. Le vespe di terra si cibano di frutti maturi, ma in tutti i casi gli alveari sono fatti di fibra di legno e saliva impastati insieme e hanno le sembianze del cartone. Per adempiere alla funzione dell’impollinazione le zampe delle api sono ricoperte di una peluria alla quale aderisce il polline, le zampe dei vespidi invece sono glabre.

La differenza più importante, infine, sta nella struttura del pungiglione: quello degli apidi è seghettato e si arpiona al derma: nel tentativo di liberarsi si lacera e l’ape muore. I vespidi al contrario, hanno un pungolo liscio che non impedisce loro di pungere ogni volta che vogliono.

Il procedere in circolo dell’ape, ti darà un indizio pressoché certo del fatto che non ti trovi di fronte ad un insetto aggressivo ma ad un elemento fondamentale dell’ecosistema: se vedi un alveare chiama l’apicultore più vicino che provvederà a mettere al sicuro il fuco in allevamento.

Abitudini di Vespe e Calabroni

Come accennato, esistono due tipi di vespe, quelle sociali e quelle solitarie. Le vespe sociali, come la vespula o i calabroni (vespa crabro), hanno una popolazione più numerosa e aggressiva delle vespe solitarie, che raramente pungono gli umani.

Le vespe sono inattive durante i mesi invernali e vivono nascoste nei nidi che difendono in modo aggressivo e dove la regina nutre le larve.
Le colonie raggiungono il picco a fine estate e in autunno chiudono il ciclo vitale, tranne la regina che sopravvive per l’anno successivo.

esemplare di vespa

Le vespe sociali si dividono in cartolaie e vespe di terra (giacche gialle).
Le prime sono chiamate così a causa dell’aspetto del loro nido che può trovarsi nei luoghi più inaspettati, addirittura cassetti o paraurti di automobili, ma anche sotto le grondaie, gli infissi, dentro i fori di alberi e tra i cespugli.

Le vespe di terra vivono nel terreno, soprattutto nei pressi di orti e frutteti dove trovano cibo a volontà. I nidi variano per dimensioni, forma e posizione e possono essere chiusi o aperti.

Il trattamento di disinfestazione vespe e calabroni

Richiedi un preventivo gratuito

Di fronte ad un nido di vespe o di calabroni, la migliore strategia è quella di agire quando al suo interno sono presenti tutti gli insetti e regina e operaie sono meno aggressive. Questa tattica massimizza l’effetto dell’applicazione degli insetticidi, uccidendo la maggior parte della colonia.

Occorre evitare di dirigere le luci direttamente sul nido, o utilizzare un filtro, e comunque mai stazionare sotto il nido e indossare sempre indumenti protettivi. I nidi dei vespidi hanno un’unica apertura, generalmente verso il basso, da dove le vespe entrano ed escono.

È essenziale che l’involucro del nido non venga aperto durante il trattamento, con il pericolo che le vespe si disperdano in tutte le direzioni, causando problemi maggiori. I trattamenti diurni (per le vespe di terra) hanno successo solo se tutti gli insetti sono presenti nel nido. Una volta rimosso il nido, l’area dovrà essere trattata dai disinfestatori. La semplice distruzione del nido infatti, non risolve il problema.

Le vespe operaie che tornano al nido, al contatto con gli insetticidi moriranno e non potranno costruire un nuovo nido. Questo serve per prevenire nuove infestazioni, anche per l’anno successivo. Dopo il trattamento su vespe e calabroni occorre continuare a monitorare l’area e controllare che non vi siano nuovi vespidi in attività.

Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 0698381016
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno 0698381016